Perché investire in ETF

Gli ETF sono veicoli di investimento semplici, ma che offrono molteplici vantaggi. Cercando di replicare l'andamento del loro indice di riferimento nel modo più fedele possibile, al rialzo come al ribasso, gli ETF combinano i vantaggi di un fondo indicizzato conforme alla normativa UCITS IV* e quelli offerti dalle azioni (facili da acquistare e vendere), a fronte di commissioni contenute. 
Come per qualsiasi strumento finanziario, investire in ETF comporta rischi che dovranno essere attentamente valutati prima di procedere ad una decisione di investimento. Per un elenco dei rischi correlati, cliccate  qui
*Direttiva 2009/65/EC  del 13 luglio 2009

I fondamentali

Semplicità

Gli ETF sono fondi indicizzati quotati in Borsa che mirano a replicare il più fedelmente possibile la performance del rispettivo indice di riferimento, sia al rialzo che al ribasso.
La quota di un ETF si negozia come un’azione e può quindi essere acquistata o venduta durante gli orari di contrattazione.

Diversificazione

Acquistando una quota di un ETF, l’investitore può assumere un'esposizione su un dato mercato, con un'unica operazione, e diversificare quindi facilmente il suo portafoglio.

Gli ETF offrono, pertanto, la possibilità di accedere alle principali classi di attività (azioni, obbligazioni, materie prime, strumenti del mercato monetario) e investire in diversi settori e aree geografiche, o di seguire stili e temi d'investimento specifici.

Costi contenuti

Gli ETF presentano una struttura di costi interessante, anche perché non sono soggetti ad alcuna commissione di ingresso o di uscita quando sono negoziati in Borsa. (NB: Gli acquisti e le vendite sul mercato secondario non sono soggetti ad alcuna commissione di sottoscrizione o di rimborso.)

Le commissioni di gestione, inferiori a quelle di altri strumenti finanziari, sono dedotte direttamente dal NAV giornaliero.

Ogni operazione è soggetta a costi addebitati dagli intermediari finanziari.

Liquidità

Gli ETF sono strumenti liquidi negoziati sul mercato, dove possono essere acquistati e rivenduti facilmente grazie ai market maker.

Questi ultimi si impegnano come controparte in acquisto o in vendita durante l'orario di apertura del mercato, su diverse Borse, adoperandosi per garantire spread denaro-lettera ridotti.

Di conseguenza l'investitore è certo di poter acquistare e rivendere i propri ETF quando lo desidera, durante gli orari di apertura dei mercati, salvo in caso di sospensione delle contrattazioni.

Gli ETF presentano inoltre il vantaggio di una flessibilità, in quanto possono essere acquistati:

  • in Borsa, in tempo reale;
  • tramite un broker, fuori Borsa;
  • presso i market maker (c.d. Authorized Participant).

Dato che gli ETF sono fondi aperti, i market maker possono creare quote di ETF in caso di domanda elevata.

Investire in ETF comporta rischi di liquidità. Per più informazioni, cliccate qui .

Trasparenza

La regolamentazione impone ai gestori di fondi il rispetto di regole d'investimento stringenti.

Gli ETF sono prodotti regolamentati e conformi alla normativa europea (UCITS IV), e il loro valore è noto in qualsiasi momento, grazie al NAV indicativo.

Un'altra garanzia di trasparenza rispetto ad altri fondi comuni è costituita dalla totale accessibilità delle informazioni relative alle posizioni detenute dell'ETF.

Quali strategie privilegiare?

01 -  Diversificare un portafoglio

Gli ETF rappresentano uno strumento utile di diversificazione geografica e settoriale. Possono essere indicati per assumere un'esposizione a mercati di difficile accesso come quelli emergenti o ad emittenti obbligazioni societarie, le cosiddette corporate.

02 -  Implementare una strategia core-satellite

Una strategia core-satellite ha l'obiettivo di associare:

  •  attività a basso rischio (core), per conseguire un rendimento pari alla performance del mercato;
  • attività a più alto rendimento (satellite), per generare extra-rendimenti.

03 - Gestire il rischio

In periodi di elevata volatilità  sui mercati, gli investitori possono voler adeguare i propri portafogli molto rapidamente, per esempio aumentando il peso di un'esposizione per riequilibrare un portafoglio o modificando l'allocazione tra diverse classi di attività.
Grazie alla loro flessibilità e all'ampia gamma di possibilità offerta in termini di esposizione, gli ETF sono strumenti utili per chi desideri adottare posizioni tattiche.

04 - Assumere posizioni tattiche

Gli ETF sono utili strumenti di copertura per gli investitori, in quanto offrono soluzioni per aiutare a gestire il rischio di tasso di interesse su obbligazioni e il rischio valutario su azioni.
Gli ETF possono offrire una soluzione completa per mitigare questi rischi, tramite l'utilizzo di indici che combinano l'esposizione ad un determinato mercato e a un tasso di interesse o copertura valutaria.

Come investire?

In Borsa, in tempo reale

Tramite un broker, su un mercato OTC, durante le ore di negoziazione

Tramite market maker (AP, partecipante autorizzato), su un mercato OTC, al valore patrimonale (NAV)

ETF contro future

Gli ETF hanno infatti vari punti di forza, che li rendono strumenti di investimento efficienti.
 

  • Costi: negli ultimi anni, la normativa europea ha avuto un considerevole impatto sull'industria bancaria, con un conseguente aumento dei costi dei future per gli investitori finali con posizioni lunghe; in questo contesto, gli ETF appaiono come concorrenziali
  •  Semplicità: sui future è necessario effettuare un roll-over ad ogni data di scadenza. Questo comporta un costo e crea un rischio di mercato, mentre gli investitori possono acquistare e detenere gli ETF dopo un'unica transazione
  • Diversificazione: gli ETF, a differenza dei future, offrono un'ampia gamma di benchmark e permettono agli investitori di accedere ad una vasta scelta di risposte a specifiche condizioni di mercato e strategie

Gli ETF sono sempre più spesso presi in considerazione dai partecipanti tradizionalmente più attratti, per le proprie allocazioni, dagli investimenti in future.